Vaccino, quando è davvero obbligatorio

vaccino

Sono quattro le vaccinazioni “obbligatorie” per i bambini italiani: quelle contro difterite, tetano, poliomielite ed epatite B. Tutte le altre sono facoltative, benché fortemente consigliate. In ogni caso, se un genitore si rifiuta di far vaccinare il figlio, in almeno cinque regioni non sarà sottoposto a sanzioni e potrà aspettarsi, al massimo, di venir chiamato per un colloquio informativo presso la Asl di appartenenza, nella speranza di fargli cambiare idea.

Piemonte, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Toscana hanno infatti cancellato la sanzione amministrativa. Mentre l’obbligo vaccinale è stato del tutto sospeso in Veneto, in base a un progetto pilota. Sono lontani i tempi in cui il rifiuto prevedeva la segnalazione dei genitori ai Tribunali dei Minorenni, con la possibilità di vietare al piccolo l’accesso a scuola e il rischio, per il padre, di perdere la potestà.

Oltre a quelle “obbligatorie”, in base al Piano di prevenzione vaccinale 2010-2014, sottoscritto dall’Intesa Stato-Regioni, il Servizio Sanitario Nazionale invita anche a vaccinare i nuovi nati contro la pertosse, il morbillo, la parotite, la rosolia, la meningite C, pneumococco e l’Haemophilus influenzae b (Hib). E’ chiamato, vaccino esavalente, quello che raggruppa difterite-tetano-pertosse acellulare, Polio, Hib, Epatite B. Quello trivalente riunisce, invece, le vaccinazioni contro morbillo, parotite e rosolia(MPR).

Il calendario dei vaccini inizia al terzo mese di vita, quando vengono somministrati l’esavalente e l’anti-pneumococco, poi richiamati al 5°e 11° mese. Tra il 13° e il 15° mese invece si procede, per chi la sceglie, con la trivalente, richiamata al sesto anno.

Un bambino non deve essere vaccinato se ha un’allergia e può essere rimandata in caso di malattie moderate o gravi. Effetti collaterali, che possono verificarsi come per qualunque altro farmaco, riguardano in media un bimbo su 4 e durano al massimo 1 o 2 giorni. Si tratta, in genere, di rossore e gonfiore localizzati nel punto dell’iniezione, a volte con febbre. 

Articoli correlati:

Parole chiave (tag): , , , , ,

Commenti via Facebook:

Lascia un commento (0 commenti)

Ancora nessun commento





Scarica GRATIS la favola "Bibì e il merlo Mario"!

Iscriviti alla Newsletter e scarica subito GRATIS la Favola Illustrata in formato digitale (ebook)

Inserisci il tuo indirizzo email qui sotto per avere ACCESSO IMMEDIATO!

Scarica Ora

Oppure...

Ricevuta l'informativa sulla  privacy, presto il consenso



Archivio

Seguici su Twitter