Un fratellino riduce la taglia

un fratellino riduce la taglia

I fratelli fanno bene alla linea. Essere il figlio o la figlia maggiore rispetto a un nuovo arrivato (maschio o femmina che sia) significa avere un rischio ridotto di sovrappeso e obesità. Ma attenzione, “l’effetto fratellino” è valido solo se il nuovo arrivato è giunge in famiglia prima che l’altro figlio cominci la scuola elementare.

La ricerca dell’università del Michigan ha coinvolto 697 bambini attraverso gli Stati Uniti e indica che la nascita di un fratello, soprattutto quando il figlio maggiore ha fra i 2 e i 4 anni, è associata a un indice di massa corporea migliore entro l’inizio del ciclo scolastico di primo grado. I bambini della stessa età che non hanno fratellini, invece, hanno circa il triplo delle probabilità di arrivare sui banchi di scuola già obesi o in sovrappeso.

Una possibile spiegazione per il dato osservato potrebbe essere che dopo la nascita di un altro figlio i genitori cambiano in meglio il modo di nutrire la prole. E adottare queste correzioni quando si è piccoli, negli anni successivi può produrre effetti positivi sul peso futuro. I ricercatori riflettono inoltre sul fatto che, dopo l’arrivo di un fratellino o di una sorellina, i bambini potrebbero tendere ad assumere uno stile di vita meno sedentario.

Articoli correlati:

Parole chiave (tag): , , , ,

Commenti via Facebook:

Lascia un commento (0 commenti)

Ancora nessun commento





Scarica GRATIS la favola "Bibì e il merlo Mario"!

Iscriviti alla Newsletter e scarica subito GRATIS la Favola Illustrata in formato digitale (ebook)

Inserisci il tuo indirizzo email qui sotto per avere ACCESSO IMMEDIATO!

Scarica Ora

Oppure...

Ricevuta l'informativa sulla  privacy, presto il consenso



Archivio

Seguici su Twitter