La celiachia? Colpa del gene

celiachia colpa del gene

Qual è l’età giusta per dare per la prima volta al piccolo un biscotto o la pastina? Una domanda che molte mamme si fanno, soprattutto se in famiglia ci sono casi di celiachia. In passato infatti è stato ipotizzato che il glutine vada introdotto nell’alimentazione fra i 4 e i 6 mesi, per non aumentare il rischio di sviluppare l’intolleranza.

Adesso uno studio italiano, tranquillizza le neo-mamme dimostrando che non è necessario aspettare troppo né anticipare le pappe: nei bambini senza una predisposizione genetica forte alla celiachia, il momento in cui il glutine entra nella pappa non influisce sulla probabilità di ammalarsi. Nei piccoli ad alto rischio, invece, provare il glutine non prima dei 12 mesi aiuta a ridurre il pericolo di celiachia. Inoltre l’allattamento artificiale non influenza in alcun modo la possibilità di diventare celiaci. 

I dati arrivano da una ricerca della Società italiana di gastroenterologia (Sigenp), secondo la quale il fattore che più incide sulla comparsa dell’intolleranza al glutine è la genetica. I bambini con due copie del gene HLA-DQ-2 hanno una probabilitα di ammalarsi che è doppia rispetto a chi non lo possiede. Inoltre, nell’80% dei casi è emerso che la celiachia si manifesta entro i primi 3 anni di vita. 

La celiachia nel nostro paese colpisce una persona su cento per un totale di circa 600.000 casi, di cui però solo 150.000 diagnosticati, e ogni anno vengono effettuate 10.000 nuove diagnosi, con un incremento annuo di circa il 10%. 

 

 

Articoli correlati:

Parole chiave (tag): , , , , ,

Commenti via Facebook:

Lascia un commento (0 commenti)

Ancora nessun commento





Scarica GRATIS la favola "Bibì e il merlo Mario"!

Iscriviti alla Newsletter e scarica subito GRATIS la Favola Illustrata in formato digitale (ebook)

Inserisci il tuo indirizzo email qui sotto per avere ACCESSO IMMEDIATO!

Scarica Ora

Oppure...

Ricevuta l'informativa sulla  privacy, presto il consenso



Archivio

Seguici su Twitter