Che libri, ragazzi!

che libri ragazzi

Meno male che ci sono i libri per bambini! E a dirlo non sono solo bimbi e genitori, ma anche chi i libri li fa, cioè gli editori. Considerato, poi, che il settore non va proprio benissimo, la notizia che le vendite di libri per i più piccoli continuano ad aumentare forse deve far riflettere. Così come merita qualche pensiero la circostanza che il mercato degli ebook continua a crescere mentre quello tradizionale perde terreno e i lettori, nel complesso, diminuiscono.

Ma veniamo ai numeri. Nei primi tre mesi del 2015 cresce ulteriormente il peso dell’editoria per ragazzi, che vede un incremento importante, pari al 6,4%. Oltre 2 copie delle 10 vendute sono di libri per bambini e ragazzi. I dati dell’indagine Nielsen per l’Associazione Italiana Editori (AIE) ci dicono anche che crescono le vendite nelle librerie indipendenti (che registrano una crescita del +2,3%) e su internet, mentre perdono punti le catene librarie (-3,9%) e la grande distribuzione (-14,8% in ipermercati, supermercati ecc…).

Nel primo trimestre di quest’anno sono diminuiti i titoli dei libri di carta (-3,4% rispetto allo stesso periodo del 2014), aumentano invece del 66,6% quelli digitali. Un’ulteriore conferma della fortissima espansione del mercato degli ebook, anche se bisogna ricordare come questo settore rappresenti in Italia ancora una nicchia.

Circa 5 milioni di persone nel nostro paese hanno letto o scaricato libri digitali, a fronte di quasi 24 milioni di lettori totali. Un numero, quest’ultimo, in diminuzione rispetto al passato. Nel 2014 (ultimi dati Istat disponibili) la quota di lettori di libri è scesa dal 43% al 41,4% e sono le donne (anziché gli uomini) a sfogliare di più le pagine. La quota di lettori è superiore al 50% della popolazione solo tra gli 11 ed i 19 anni, mentre la fascia di età in cui si legge di più è quella tra gli 11 e i 14 anni (53,5%).

In quali famiglie si divorano più libri? In quelle dove papà e mamma amano farlo: leggono libri il 66,9% dei ragazzi tra i 6 e i 14 anni con entrambi i genitori lettori, contro il 32,7% di quelli con genitori che non lo fanno. Insomma, è una questione di educazione, anche perché non stiamo parlando di testi scolastici (quindi non si tratta di letture ai quali i bambini sono “obbligati” per i compiti) ma di favole, romanzi e ogni altro tipo di libro esistente. L’elenco è davvero lungo, c’è solo l’imbarazzo della scelta, basta solo volerlo. Di carta o digitale, purché il piccolo legga!

Articoli correlati:

Parole chiave (tag): , , , , ,

Commenti via Facebook:

Lascia un commento (0 commenti)

Ancora nessun commento





Scarica GRATIS la favola "Bibì e il merlo Mario"!

Iscriviti alla Newsletter e scarica subito GRATIS la Favola Illustrata in formato digitale (ebook)

Inserisci il tuo indirizzo email qui sotto per avere ACCESSO IMMEDIATO!

Scarica Ora

Oppure...

Ricevuta l'informativa sulla  privacy, presto il consenso



Archivio

Seguici su Twitter